Il mese del libro croato

La Biblioteca civica Novigrad-Cittanova partecipa anche quest’anno alla manifestazione nazionale Il mese del libro croato, che si svolge in tutta la Croazia dal 15 ottobre al 15 novembre. Durante questo periodo, la Biblioteca civica organizzerà una serie di eventi e attività volte a incoraggiare la lettura, la divulgazione dei libri e la frequentazione della biblioteca. Durante Il mese del libro croato, tutti i bambini che frequentano le scuole materne di Cittanova, come anche le scuole, visiteranno la biblioteca civica accompagnati dalle loro educatrici ed inseganti. Le bibliotecarie stanno leggeranno delle storie ai più giovani, parleranno con loro di libri, mentre gli scolari impareranno come fare delle ricerche usando il materiale librario, enciclopedie, ma anche cataloghi on-line, o funzioni avanzate di motori di ricerca. In questo modo circa trecento alunni delle elementari e 180 bambini delle scuole materne vengono compresi ogni anno nell’educazione sull’uso della biblioteca. Inoltre, i bambini saranno in grado di socializzare e divertirsi durante due laboratori artistici e creativi del pomeriggio: il 19 ottobre e il 10 novembre. Per i bambini che amano le fiabe e le storie, la nostra ospite sarà Bajkopričalica Sandra, ossia la cantastorie Sandra Vukoja, che il 26 ottobre verrà in biblioteca.
La sezione del Buiese della Matica hrvatska presenterà il 9 novembre la scrittrice Silvana Laganis Čulina, e la sua raccolta di canzoni “Kadenza tišine”.
Durante il Mese del libro croato la Biblioteca civica Novigrad-Cittanova realizzerà il progetto “Diventa un costruttore anche tu!” con l’obiettivo di divulgare la scienza, la tecnologia, l’ingegneria e la matematica (STEM) tra i bambini di età compresa tra i sei ei nove anni. Ci sono 16 laboratori in piano per bambini in età prescolare e per gli alunni delle prime e seconde classi delle elementari. Oltre a questi laboratori ci saranno sei laboratori che si terranno sabato, ad iscrizione, durante i quali i bambini potranno sperimentare con i set educativi Lego che avevano già incontrato. Questo progetto è stato possibile grazie ai mezzi della Fondazione per il partenariato per lo sviluppo della società civile di Pola, attraverso il Fondo delle città e dei comuni.

<< >>